Abate Daniele

Vie et pèlerinage, 1106-1107

L’abate Daniele, proveniente dall’Ucraina, visitò i luoghi santi accompagnato da uno dei monaci della laura di San Saba. Questo suo pellegrinaggio venne raccontato nell’itinerario del Pelerinage, nel quale dedicò un ampio spazio alla descrizione della Grotta Santa e in particolare al luogo del Presepe, descrivendo la posizione delle entrate alla Grotta.

La Grotta della Natività

Il luogo della Natività è girato verso oriente e vis-à-vis, leggermente a destra, si trova la mangiatoglia di Cristo; questa è piazzata a occidente “su una roccia ed è in questa santa mangitoia che il Cristo, nostro Dio, fu deposto, avvolto in un povero panno, Lui che tutto ha sofferto per la nostra salvezza. Questi due punti, quello della Natività e quello del Presepe, sono l’uno vicino all’altro, non sono separati che da una distanza di poco spazio, e si trovano nella stessa grotta, che è coperta de mosaico e ben pavimentata.